Domus Mea e Musicantiere, ancora insieme lungo “La via dei Romei”.

la-via-dei-romeiLa storica associazione di promozione didattica e culturale torna all’auditorium di Sezze con lo spettacolo di musica popolare ispirato all’opera di Ambrogio Sparagna.

musicantiere
Il gruppo di Musicantiere: formazione di musica e culture popolari, protagonista de “La via dei Romei”, auditorium di Sezze, venerdì 16 dicembre.

Sono quelli che ad Assisi, marcia per la pace di ottobre scorso [vd. Ledmagazine – “L’evidenza della Pace”], c’erano anche a nome della città e della gente di Latina. Sono quelli che anche quest’anno tornano a ‘fare un pacco’ alla camorra e a vendere e distribuire prodotti dalle terre e dal lavoro sottratto alla malavita organizzata. Sono quelli della Domus Mea di Latina, associazione di quasi trent’anni di vita, che parla alla città e – ormai – a generazioni di ragazzi e studenti ma anche di famiglie e donne, offrendo loro proposte e strade alternative per formarsi, per crescere e stare insieme.
Domus Mea e Musicantiere sono, poi, un binomio di particolare sintonia nel segno della musica e della condivisione di tradizioni e storia locale, sotto la direzione artistica e musicale della fondatrice di Domus Mea prof.ssa Laura Perazzotti, docente e musicista (oltre che consigliera comunale nell’amministrazione Coletta). Con il gruppo dei Musicantiere l’associazione presieduta da Cesarina Fabietti ha prodotto, quest’anno, uno spettacolo di grande suggestione, rielaborazione ispirata all’opera di Ambrogio Sparagna “La via dei Romei” che ha debuttato il 12 giugno all’Auditorium ‘Mario Costa a Sezze. Lì ritornano – sei mesi dopo – il gruppo di musica popolare e il coro dell’associazione a raccontare le meravigliose avventure di Crispino e Procopio. Sono loro i protagonisti di un viaggio immaginario attraverso la Via dei Romei, che nel Medio Evo univa Roma all’Europa. E’ quello il percorso intrapreso dai due poveri furfantelli che, stanchi della miseria che riservava loro il duro lavoro dei campi, pensano di cercare miglior fortuna borseggiando i passanti, vivendo alla giornata ma finalmente senza grandi fatiche. Storia di povertà e illusione con riscatto finale dopo aver rischiato la perdizione: ritorno alla strada maestra, per la via dei Romei, simbolo della salvifica saggezza.
Dedicato alla memoria di Paola Tulli, musicista e grande insegnante di pianoforte precocemente scomparsa, lo spettacolo è stato realizzato anche grazie ad un fruttuoso programma di crowdfunding. Condivisione e partecipazione popolare sono – della Domus Mea e dei ‘musicanti’ di Musicantiere – i segni inconfondibili di un impegno a oltranza: come un laboratorio permanente per la crescita virtuosa della Persona Umana.

Condividi
News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEDmagazine