Nell’ultimo libro di Pasquale Lattari, una pratica lettura delle norme sul procedimento disciplinare a carico del lavoratore

Bozza automatica 7

 

L’Autore aggiunge alla sua già ampia produzione in materia giuslavoristica, questa ultima ‘fatica’
che interviene in una delle tematiche più complesse del pubblico impiego su cui si sono moltiplicati
gli interventi legislativi, non senza contraddizioni e – forse – anche illusorie prospettive. In
particolare il Lattari interviene oggi sul procedimento disciplinare, su cui tanto il legislatore della
riforma Brunetta (2009) quanto l’attuale inquadramento Madia (da ultimo il decreto attuativo
74/2017) hanno inteso ampliare gli obblighi lavorativi, con parallelo incremento delle misure
sanzionatorie conseguenti al rinnovato procedimento disciplinare. Per tale via proprio il diritto
disciplinare si è rinnovato ed evoluto divenendo una disciplina autonoma, accresciuta nella parte
sostanziale a sostrato di un rinnovato corpus procedimentale e processuale.
Il lavoro, chiaro e molto curato anche nella forma espositiva, è diviso in due parti: 1) la normativa
sostanziale: i doveri e gli obblighi derivanti dalle fonti legislative e pattizie; potere e sanzioni
disciplinari; 2) la normativa processuale: i procedimenti disciplinari, i principi e le fasi; il rapporto
tra procedimento disciplinare e penale e le tutele del lavoratore.
Un approccio attento ai risvolti pratici ed esplicativi contraddistingue lo stile di Lattari, non a caso
avvocato ma anche formatore e divulgatore di successo nei settori specialistici del diritto. Così,
troviamo aggiunti al testo due schemi riassuntivi sui procedimenti disciplinari cui si aggiunge una
breve appendice normativa.
Il risultato, davvero apprezzabile per le esigenze dei professionisti e cultori del diritto, è la visione
di un autentico specialista in materia, con il pregio di una prospettiva “dal basso” da cui esplorare la
non semplice materia. Vengono descritte, dunque, le problematiche dalla parte del lavoratore
incolpato e, a supporto della delicata opera del difensore, si ritrovano nell’opera i criteri più idonei
per individuare i fondamentali elementi utili ad un compiuto esercizio del diritto di difesa.
Notevole anche la cura riservata alla più aggiornata giurisprudenza.

 

 1

L’Autore: Pasquale Lattàri è avvocato Cassazionista, Mediatore Familiare del Consultorio Familiare
Diocesano “Crescere Insieme” che ha contribuito a fondare nella Diocesi di Latina Terracina, Sezze e
Priverno. Il suo impegno a favore della crescita della Giustizia Alternativa lo vede anche Coordinatore
dell’Ufficio “In mediazione..” di Conciliazione e Riparazione della Provincia di Latina in materia di
mediazione penale minorile (mediazione penale ex lege 67 del 2014). Durante l’esperienza pluridecennale a
tutela di dipendenti pubblici ha partecipato – tra l’altro – al giudizio dinanzi alla Consulta che ha condotto
alla storica sentenza n. 178 del 2015 che ha dichiarato incostituzionale il blocco contrattuale e retributivo
dei dipendenti pubblici. In materia di lavoro e diritto sindacale nel pubblico impiego ha pubblicato
“Breviario di diritto sindacale dopo la sentenza della Corte Costituzionale n.178 del 2015” (Roma 2016); “Il
diritto sindacale del pubblico impiego privatizzato” (Roma 2013); “Il diritto sindacale nel pubblico impiego”
(Roma 2011); “La previdenza e l’assistenza nel pubblico impiego” (Roma 2011); “La riforma del lavoro
pubblico e delle pubbliche amministrazioni. Commento del decreto legislativo n. 150 del 2009” (Roma
2010); “La riforma del rapporto di lavoro con la PA. Breve commento del d.leg.vo 80/98 (Roma 1998); “ La
riforma del rapporto di lavoro con la PA. Breve commento del d.leg.vo 80/98” (Roma 1998).
E’ grande collaboratore e firma autorevole di LED magazine sui temi del Diritto e della Legalità.
Condividi
News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEDmagazine