QUI CAMPANIA – A Roccagloriosa (SA) torna la ‘Settimana Letteraria’ di Effetto Donna Onlus

Le abbiamo seguite sin dal loro primo impegno, correva l’anno 2003. Le donne di Roccagloriosa e dintorni, le cilentane operose e … multitasking (oggi una donna è – per definizione – multitasking!). E come ad ogni inizio estate torniamo anche quest’anno a partecipare alle ‘fatiche’ organizzative, creative di una una Settimana Letteraria fortemente voluta e sentita. Professioniste, imprenditrici, casalinghe, madri e mogli da un piccolo centro QUI CAMPANIA - A Roccagloriosa (SA) torna la 'Settimana Letteraria' di Effetto DonnaSettimanadella provincia di Salerno stanno richiamando – stagione dopo l’altra – l’interesse e la considerazione e, soprattutto, la entusiastica partecipazione del pubblico, con presenze richiamate anche dai centri vicini a ‘Rocca’.QUI CAMPANIA - A Roccagloriosa (SA) torna la 'Settimana Letteraria' di Effetto Donna Onlus
In paese, durante le giornate dell’evento, si vive il benefico effetto del contatto con grandi personalità, insigni studiosi, operatori culturali pronti ad arricchire di stimoli e contenuti una comunità che diresti ‘di periferia’, ma che – a ben guardare – diventa quasi un ‘laboratorio’ di attività e proposta. Roccagloriosa, arroccata fra i rilievi del suo Cilento, sulle alture che guardano a pochi chilomentri il golfo di Policastro e l’incanto di Palinuro, è il centro che quest’anno accoglie (mentre scriviamo già si stanno primi arrivi!) anche una scrittrice come Valeria Parrella, vincitrice già nel 2003 del Premio Campiello Opera prima. Oggi, anche come autrice teatrale, è osservatrice acuta e mai banale dell’universo femminile e della società di cui la donna è protagonista. Le premesse dell’esordio di sabato 1 luglio sono davvero notevoli e raccontano tutta la crescita di questa edizione,  in particolare con l’apporto della direttrice Marianna Vallone e i musicisti Niccolò Rocco e Rossella Costa, ancora artisti come Michelangela Caruso, Giovanni De Marco, Paolo Gaspare Nardo, Antonio Suriano, Franco Vertullo: presenze cui le organizzatrici non hanno mancato di tributare un significativo ringraziamento. Roccagloriosa come un salotto, vicoli e iazzette come ritrovi a cielo aperto di musica e cultura, ma il tutto senza fermarsi al pur godibile senso della fiera di paese, piuttosto cercando sempre il filo conduttore che sappia legare le opere pittoriche esposte all’aperto dall’artista Giovani De Marco, fino alla conferenza sul Vino e le musiche popolari, a invadere anche con la conferenza “Il Tirso di Dioniso” gli spazi e le strade della frazione di Acquavena.
L’invito non può essere che quello di seguire, anche da lontano, anche solo dal web che va popolandosi di immagine e resoconti delle varie giornate, il piccolo e grande fenomeno Effetto Donna Onlus. Che non appare più una marcia nel deserto dell’ordinario, privo di fantasia o aspirazioni. Guardare al  Bello e alla Fantasia perché diventino Bene Comune, diventa la prima vera impresa delle Donne di Roccagloriosa. La loro iniziativa di stimolo e proposta sta consolidandosi nella realtà culturale del paese, giungendo a  fare grande l’estate di un’intera comunità.

QUI CAMPANIA - A Roccagloriosa (SA) torna la 'Settimana Letteraria' di Effetto DonnaSettimana 1Le giornate annunciate sono fitte di incontri ed eventi che chiamano il pubblico locale a riflettere e crescere sui temi della propria tradizione, della  cultura e della passione per il territorio.Dall’anno al grano e del pane, a quest’anno con la celebrazione del vino.
E da qui alla fruizione stessa dell’opera letteraria il passo è breve, più di quanto si pensi. Perché letterario non è solo il premio conclusivo destinato agli inediti pervenuti nel corso dell’anno, ma tutto il movimento di inizative e idee e proposte per favorire l’approccio migliore alla lettura, allo scambio di libri, forse per giungere – col tempo – alla gestione di una vera e propria biblioteca. Perché tutto risponda a  un impegno preciso, quello di approfondire sempre meglio la conoscenza della propria  comunità, contribuendo a consolidarne i caratteri virtuosi di civile convivenza.
Che, poi, è – essa stessa – letteratura.

 

 

Condividi
News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEDmagazine