Qui L’AQUILA – Un Convegno (scomodo) sui temi della crisi e del terremoto

Qui L'AQUILA - Un Convegno (scomodo) sui temi della crisi e del terremotoLa locandina non fa mistero e lo definisce essa stessa un convegno scomodo.
Il tema della crisi che pervade il nostro tempo rimarrebbe troppo vago e poco incisivo se non  facesse irruzione il dramma vero, atrocemente attuale nella parola suicidio.
Perché è questo il fulcro del convegno che si svolge a L’Aquila, giusto a ridosso della giornata di che celebra i valori del 25 aprile e introduce i temi dell’imminente 1° maggio: Politica e Lavoro, Crisi e Problem solving con l’intervento di professionisti e studiosi esperti di problematiche sociali e pratiche psico-terapeutiche, operatori di Giustizia e associazioni no-profit. Fra i relatori lo psicologo e ricercatore Edoardo Borrelli e lo psicoterapeuta Guido Alberto Valentin (direttore del Progetto Itaca per assistenza e supporto alle malattie mentali), il Maresciallo Santo Li Calzi di recente confermato Segretario Generale provinciale della sezione sindacale provinciale  del COISP aquilano,  il Maresciallo Aro De Cristo della Guardia di Finanza (presidente dell’associazione ‘Movimento outsider”) e l’Avvocato Augusto Disano, consigliere dell’Ordine Avvocati dell’Aquila, tra i primi esperti in tema di procedura ex L.3/2012 da sovraindebitamento. Tutti, a vario titolo, chiamati ad operare ‘sul campo’ e trasmettere esperienza diretta su casistiche spesso drammatiche, originate da un ‘ momento’ sociale che ormai da anni sta mettendo a dura prova le energie e le risorse anche umane di vaste fasce di popolazione.

Qui L'AQUILA - Un Convegno (scomodo) sui temi della crisi e del terremoto 1
Palazzo Fibbioni Lopez (XVI secolo) ospita nel cuore de L’Aquila la sede del Municipio, dopo il sisma del 2009

Scenario – non a caso – è L’Aquila, bellissima, storicissima, verrebbe da dire ‘eroica’ e appassionata per come – a otto anni dal terremoto del 6 maggio – sta reagendo e impegnandosi tra l’amarezza di problemi infiniti, il dolore incancellabile, la frustrazione per le difficoltà ancora notevoli ma – infine – l’orgoglio di chi,  invece, riprende a vivere, a recuperare la normalità.

Anche per lo scenario simbolico di una delle città più belle e vessate dalla crudele sismicità dell’Italia centrale, il convegno promosso dalla giovane associazione Onlus Ma.No. Latina assume significato alto e meritorio: non è comune uscire dalla retorica di situazioni topiche come un terremoto e riuscire ad affrontare con realismo e serietà di contenuti i vari aspetti del panorama socio-economico, ma anche psicologico e ambientale di aree di territorio in difficoltà palese, perfino a rischio crisi di identità, che è crisi delle persone, di intere famiglie.
Aspettiamo di conoscere presto anche gli umori e gli esiti sostanziali di un’assise ricca disponibile – come assicurano assicurano gli organizzatori, “…tempi tecnici permettendo …” – anche a raccogliere le domande del pubblico presente nella bella sala di Palazzo Fabioni, di via di San Bernardino.

Condividi
News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEDmagazine