PPI Regione Lazio: tra Comuni e comitati civici, convegno  una vittoria da difendere  per tutti

Intorno al caso dei Punti di Primo Intervento posti a rischio chiusura da una poco accorta ordinanza della Regione  Bozza automatica 14Lazio della scorsa estate questo giornale ha fatto quadrato, ha raccontato la storia di una marcia a tappe forzate che ha condotto – oggi  – ad un successo autentico della coscienza civica a difesa del diritto alla salute e della stessa qualità della vita  anche nei centri minori.

Sabato 21 dicembre saremo presenti ad un convegno che si propone come momento centrale di una vicenda politica e sociale insieme, che ha vissuto momenti di disorientamento e spesso disinformazione della cittadinanza intoirno al rischio che ha rappresentato per i territori più decentrati la proclamata chiusura dei presidi sanitari emergenziali meglio noti come Pronto Soccorso.

L’incontro previsto sabato 21 dicembre, presenti i  sindaci dei comuni protagonisti della vicenda e  i rappresentanti di  tutti i comitati civici dei centri lepini da Terracina a Sezze, dalla  costa alla collina, è  la prima occasione di un confronto ravvicinato e pubblico fra tutti gli attori della viceda.tori della provincia.

Sentiremo la voce di politici e amministratori che più da vicino hanno preso parte  al successo  del ricorso al TAR che ha indotto la Regione Lazio a ripensare il quadro della sanità emergenziale in provincia, ma soprattutto sarà interessante l’esperienza vissuta e partecipata dai comitati di cittadini che hanno scelto di partecipare in concreto  promuovendo essi stessi l’azione capace di    indurre  l’Ente   a  sospendere e ripensarele le proprie scelte.

Appuntamento sin da ora ai giorni del dopo-convegno: INTERVISTA AI RAPPRESENTANTI di  TUTTI  I COMITATI presenti, ne ascolteremo le specificità e le esigenze più attuali, in attesa di conoscere e confrontare, valutare e riflettere alla luce della piccola spia di un led acceso  tutti i giorni  sulla nostra realtà.

ar

Condividi
News Reporter

LEDmagazine