Earth Overshoot Day: la Terra è terminata il 1 agosto!

di Serena D’Onofrio*

Lo scorso primo agosto è stato l“Earth Overshoot Day” (il giorno del sorpasso)  giorno in cui tutte le risorse naturali, che il mondo può produrre in un anno, sono terminate. Vivremo “in debito” dal due agosto alla fine di dicembre: un debito col nostro pianeta dagli interessi altissimi.

Il Wwf, voce autorevole sul campo, conferma che abbiamo già usato “più alberi, acqua, terreni fertili e pesci di quanti (il pianeta) Terra possa fornire in un anno per nutrire, alloggiare, muovere ed emettere più carbonio che gli oceani e le foreste possono assorbire”.

E ancora: “Oggi abbiamo bisogno dell’equivalente di 1.7 pianeti Terra per soddisfare i nostri bisogni”, ha affermato il Wwf.

Ogni anno l’Earth Overshoot Day viene anticipato di un giorno circa, ricordandoci siano gravosi  i costi del nostro attuale stile di vita: deforestazione, siccità, scarsità di acqua dolce, erosione del suolo, perdita di biodiversità e accumulo di anidride carbonica nell’atmosfera.

Secondo il recente report Living Planet del Wwf risalente allo scorso ottobre, la quasi totalità dei paesi sviluppati e in via di sviluppo vive al di sopra della propria naturale capacità.

Cosa possiamo fare? Iniziare ad essere consapevoli che il nostro prezioso pianeta ha bisogno di cure, e non solo di essere…”spremuto”!

 

* Praticante avvocato presso il Foro di Latina

Condividi
News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LEDmagazine