Il nostro saluto al 2018

A QUESTA RASSEGNA DELL’ANNO CHE FINISCE E’ LEGATA L’INIZIATIVA DI LED PER RACCONTARE CON I LETTORI ANCORA PIU’ FATTI, IMMAGINI E STORIE…
COMINCIA FRANCESCO ZARALLI CON QUESTO PEZZO CHE CI RIPORTA ANCHE ALCUNE ‘SCHEGGE’ DI CRONACHE INASPETTATE. COL VOSTRO CONTRIBUTO IL ‘RACCONTO’ CONTINUERA’ ANCHE NEI PROSSIMI GIORNI

 

Tra pochi giorni potremo finalmente parlare di anno nuovo.
Il 2019 è alle porte e ci sembra quasi doveroso, prima di salutarlo, passare in rassegna alcuni degli eventi che hanno segnato, in bene e in male, questo 2018.

Il nostro saluto al 2018

EUROPA
L’anno, come ci si aspettava, è stato lungo e vario e si chiude all’insegna della novità: per la prima volta nella sua storia, il paese più rivoluzionario d’Europa porta i suoi cittadini a mobilitarsi contro l’aumento del costo del carburante: i primi sintomi della protesta, detta poi dei gilet gialli, erano sorti
sul web.

EVENTI INFAUSTI
Proteste di piazza e manifestazioni vengono accolte anche in Slovacchia, ma per motivi diversi.
Il 21 febbraio 2018 Jan Kuciack, reporter e giornalista investigativo, viene trovato morto nella sua abitazione assieme alla fidanzata Martina, nel distretto di Galanta. Le indagini di Kuciack si concentravano essenzialmente sui fenomeni legati all’evasione fiscale, inclusi casi di frode registrati tra le alte sfere dirigenti del paese. Al momento della morte Jan aveva 27 anni.

Gli Stati Uniti d’America confermano ancora una volta il loro tristissimo primato di terra pericolosa, specie per il mondo scolastico.
Nel febbraio del 2018 la Florida diviene bersaglio dell’ira di un 19enne con evidenti disturbi psichici: Nikolas Cruz, riconosciuto successivamente dalle autorità come l’autore del massacro, uccide diciassette persone tra insegnanti e alunni e ne ferisce molte altre. Il più piccolo di essi ha appena 14 anni. Si è trattato di una strage con il più alto numero di vittime nella storia degli Stati Uniti d’America.

In Canada, invece, alle armi si preferisce usare un furgone lanciato sulla folla. Il mezzo, preso in prestito, sfreccia nei quartieri alti di Toronto, investendo in pieno 10 pedoni e ferendone altre 16. Testimonianze varie riportano che l’autista guardasse dritto negli occhi le sue vittime “come in un videogioco, a voler uccidere quante più persone possibili”. Alla fine del processo, Alek Minassian, identificato dagli organi competenti come l’autore del gesto, è stato accusato di altri 10 omicidi di primo grado.

Il nostro saluto al 2018 1

ITALIA
Sono appena le ore 12:00 del giorno 14 agosto quando le principali emittenti televisive italiane passano una sola notizia: il viadotto Polcevera, noto come Ponte Morandi dal nome del suo architetto, crolla improvvisamente assieme al suo pilone di sostegno, il numero 9, causando la morte delle 43 persone a bordo dei propri mezzi nell’istante dell’accaduto. Il 18 agosto viene decretato giorno di lutto nazionale e celebrati i funerali di Stato per alcune delle vittime. Subito dopo l’accaduto si apre un acceso dibattito interno riguardo le misure future da intraprendere in relazione al pilone crollato: nel 2006 era stata avanzata una proposta di abbattimento del ponte e di una sua sostituzione con una struttura in acciaio. Visto l’enorme indotto commerciale e economico che passava per il ponte, il progetto fu rifiutato.

In Italia, le elezioni politiche del 4 marzo portano al governo la coalizione tra Movimento 5 Stelle e Lega, con a capo il presidente del consiglio Giuseppe Conte.

Sono quattro giorni intensi per gli abitanti del Triveneto quelli dal 26 al 30 ottobre. Raffiche di vento vicine ai 200 km/h provocano la caduta di milioni di alberi con conseguente distruzione di decine di migliaia di ettari di foreste alpine e mancanza di servizi di prima necessita come luce ed acqua.
Tracima il Lago di Alleghe.

Il nostro saluto al 2018 2

MONDIALI
Ad un ponte che crolla risponde, però, un altro ponte, stavolta umano, fatto della fraternità tra le varie nazioni del mondo: la Russia ospita, infatti, i mondiali di calcio. Vanno riconosciuti enorme merito e capacità organizzativa al governo russo e alle sue forze di polizia per aver mantenuto l’ordine in un momento politico in cui le due maggiori potenze economiche del mondo sembravano voler rinnovare le storiche discordie già vissute con la Guerra Fredda.
I campionati mondiali di calcio 2018, nuovi nel genere per portata sociale e innovazioni interne, si svolgono in un clima sociale assolutamente tranquillo e festoso, forse un po’ meno per il popolo italiano e quello olandese, vista la mancata qualificazione  delle rispettive nazionali alla manifestazione.
L’aggiunta, a nostro parere preziosissima, della VAR, contribuisce a diffondere in tutta Europa i primi sentimenti verso un calcio giocato più equo e giusto. I campionati mondiali del 2018 sono stati, inoltre, una manifestazione atipica e controcorrente, dati i loro sviluppi inaspettati: alcune tra le maggiori formazioni europee, storiche per il loro prestigio mondiale, hanno trovato molte più difficoltà del previsto.
La finale ha visto contrapposte Francia e la stessa Croazia, con la vittoria della prima per 4 reti a 2.

 

Il nostro saluto al 2018 3

CINEMA E CULTURA
Il 4 marzo si ricorda una seconda maratona televisiva oltre alla consueta politica di Mentana: è quella della premiazione della notte degli Oscar, al cui timone si annovera Jimmy Kimmel, già presentatore dell’edizione precedente, che annuncia il film La forma dell’acqua come film più premiato nell’edizione.

MORTI CELEBRI
Nel 2018 si ricordano anche le morti celebri: la storia di Stephen Hawking conosce il suo epilogo il 14 marzo, mentre Fabrizio Frizzi, volto televisivo tra i più noti e sinceri, si spegne dodici giorni più tardi.
Il mondo televisivo e cinematografico sembra essere quello più interessato da morti illustri: si spegne nel Connecticut Milos Forman, registra ceco di film di successo come “Qualcuno volò sul nido del cuculo” ed “Amadeus“; muoiono anche gli italiani Carlo Vanzina e Ermanno Olmi. A Los Angeles, Stan Lee, uno tra i fumettisti più influenti della storia e padre della casa editrice Marvel, saluta il mondo e le sue creazioni all’età di 95 anni.

RONALDO E LA JUVE
In casa Juventus e secondo solo ai Campionati Mondiali, l’effetto mediatico più importante è l’arrivo del fenomeno portoghese a Torino: nella prima settimana dall’arrivo dell’asso, si ricoprono già tutti i costi dell’intera operazione di mercato con la sola vendita delle sue magliette.

Il nostro saluto al 2018 4

MATRIMONIO REALE
Maggio si conferma il mese migliore per i matrimoni; ma le belle speranze di milioni di coppie alla ricerca del fatidico “sì” devono essere riviste perché c’è già una coppia che ha pensato a maggio: il principe Harry prende la bellissima Meghan Markle come sua consorte. La cerimonia ha avuto luogo nella cappella del castello di Windsor.

 

ESPLORAZIONI SPAZIALI
Il 2018 vede l’interesse dell’intero panorama astrofisico e spaziale verso il pianeta rosso.
La sonda “InSight” della Nasa arriva su Marte lunedì 26 novembre. In Italia sono le 21 quando il lander conferma il completamento della sequenza di atterraggio nei pressi dell’equatore, sul lato occidentale di una pianura lavica chiamata poi Elysium Planitia.

AUGURI DI UN BUON 2019
LEDmagazine e la sua redazione augurano a tutti un felice anno nuovo!

 

 

Condividi
News Reporter

LEDmagazine